Privacy Policy
Seleziona una pagina
PWI al Simeto

PWI al Simeto

Il 13 giugno, nell’aula consiliare del Comune di Belpasso, Parliament Watch Italia ha condotto il workshop “Costruire e sostenere la cittadinanza attiva nella cornice dell’Open Government” nell’ambito dei lavori della CoPED Summer School (9-20 giugno, Valle del Simeto), organizzata dalle Università di Boston e di Memphis.

Il workshop ha rappresentato l’occasione per condividere con il movimento partecipativo che da oltre dieci anni anima la valle del fiume Simeto il progetto di monitoraggio civico degli appalti pubblici in fase di sperimentazione a Messina.

A partire da un movimento di mobilitazione popolare contro la costruzione di uno dei termovalorizzatori previsti dalla Regione Siciliana nel 2002, la Valle del Simeto è diventata un luogo di sperimentazione di nuove forme di ricerca-azione partecipata e di collaborazione tra amministratori locali e cittadinanza attiva. Attraverso vari processi partecipativi, si è arrivati, nel 2015, ad una convenzione quadro denominata “Patto di Fiume Simeto” che rappresenta una forma innovativa di governance partecipata per lo sviluppo locale ispirata ai “contratti di fiume”. La convezione è stata sottoscritta da dieci comuni simetini, dall’Università degli Studi di Catania e da una organizzazione ombrello di vari gruppi e associazioni denominata “Presidio Partecipativo del Patto di Fiume Simeto” (attualmente contiene una quarantina di associazioni).

Nell’ambito della strategia nazionale aree interne il Simeto sta per ricevere 65 milioni di euro divisi in più interventi ricompresi nella logica di questa progettazione partecipata avvenuta col patto di Fiume.  Gli attivisti e i rappresentanti delle associazioni hanno evidenziato la forte preoccupazione che i fondi per il patto di fiume vengano utilizzati in maniera avulsa rispetto alle logiche del “patto di fiume”.

La nostra proposta durante il workshop è stata di attivare forme di monitoraggio civico per garantire il corretto utilizzo di questi fondi.